LA FULMINEA INCONTRA L'ARTE

LA FULMINEA INCONTRA L'ARTE
attenti a voi, supercattivi! arroganti omunculi dall'ego surdimensionato, guardatelo bene quel fulmine, e imparate a temerlo.... è il simbolo di chi lotta sino in fondo e non si arrende mai! di chi preferisce la scomoda verità alle allettanti menzogne, la disobbedienza al servilismo, il dileggio alle false lusinghe... è una marea gialla, inarrestabile, e ne sarate travolti! http//:senonricordomale.blogspot.com

giovedì 8 luglio 2010

COSA PENSIAMO DEL DOLORE?

E' LA TERZA VOLTA CHE LA SIGNORA TENDINITE SI PRESENTA,ACCETTIAMO DI BUON GRADO ANCHE QUESTO,POICHE' FA PARTE DELLO SPORT COME IL NOSTRO,MA MI DOMANDO: TU COME LO AFFRONTI? TI ABBATTI OPPURE NO? VAI DENTRO UN TUNNEL DI PESSIMISMO,OPPURE REAGISCI FORTE?COME DICEVA UN VECCHIO PIRATA,QUANDO VAI ALL'ARREMBAGGIO,UNA COSA TI DEVI DIMENTICARE...LA PAURA!

15 commenti:

Master Runners ha detto...

Ciccio, ogni tanto bisogna anche aver le pa..e anche per riposare.
Ma facciamolo di nascosto!
Sempre coltello fra i denti e avanti tutta!!! ;)

Anonimo ha detto...

Ciao Caro Presidente,
sono "felice "di dirti che anch'io ho una brutta...tendinite...Ho corso come hai visto domenica con qualche acciacco(menomale non ho fatto la discesa), martedì ho corso piano con un mio caro amico runner...e alla sera si presenta la tendinite...sarà una maledizione??!!
veramente un 2010 sfigato...

ciao
sabry

Marco "Zanger" ha detto...

La tendinite mi ha bloccato due volte per un mese, nel 2008 e nel 2009... brutta bestia.
Il riposo e' l'unica cosa.

Ora, se ogni tanto "sento" il tendine, so che il bastardo si fa vivo per far sapere che c'e' ancora e che io lo devo rispettare e temere, come un vero buon pirata rispetta e teme il mare che lo ospita.
Io, dal galantuomo, lo ascolto e gli dedico i miei pensieri. Nondimeno ho capito anche che posso "osare" qualcosa... Egli, se non esagero, mi rispettera' a sua volta.

Per cui, caro pirata Bress, china il capo verso il tendine in segno di rispetto e poi rialza lo sguardo e fagli capire che se ora non ti metti a correre verrete sviliti entrambi: tu come pirata che non va avanti alla muerte e lui come oggetto del tutto inutile se non in azione durante un'elastica falcata...

Rispetta e corri, Bress, rispetta e corri!!!!

Muerte, bumbazza e summer attack!!!

Patty ha detto...

la sai da te la risposta me lo hai detto quando io avevo il problema, che ho ancora. Quest'anno mi devo accontentare di correre poco perchè il male è sempre in agguato ed è quasi passato 1 anno dalla prima volta, non che io mi sia fermata del tutto sai ho nuotato fatto bici ma......forse è anche il fatto che più si va avanti con l'età più si fatica a guarire o no?

Ale57 ha detto...

Felice (si fa per dire...) di essere "nella stessa barca" caro Bress. Anche il mio "bastardo achille" mi stà condizionando non poco e, credimi, anche se la testa dice di volerlo ignorare è meglio dargli un pò di ragione e rallentare per un certo periodo. Sempre in gamba!!!

MauroB2R ha detto...

Quando ho qlk acciacco più che buttarmi giù di morale mi sento incazzato dentro e nervoso...poi bisogna cercare di essere razionali e far tutto ciò che è possibile per guarire o soffrire di meno...
certo è che decidere di star fermi è sempre un dramma!! ti senti quasi in colpa con te stesso...almeno, a me succede cosi.

franchino ha detto...

Tecar! E due preghiere!
Ciao boss!

Albe che corre ha detto...

L'ho prendo come periodo rigenerante e vado in MTB nei sentieri per i boschi..è un'ottima alternativa e ti mantiene in forma.
Sono ripartito correndo piano e in piano, fermandomi più volte al minimo accenno di dolore ..anche nel dubbio mi son fermato e un paio di volte son tornato a casa camminando anche per 6 km ..così come a Venezia.. poi dopo corso piede immerso in un secchio con acqua e cubetti di ghiaccio per 3-4 volte per 5' ciascuna.. Quando son guarito andavo meglio di prima!
Auguri Presidente

theyogi ha detto...

capitano, non scherziamo con queste cose.... se il corpo manda certi segnali significa che qualcosa va rivisto....

Fatdaddy ha detto...

Per fortuna (mi tocco!) non ho ancora esperienza diretta, ma quoterei lo Yogi a prescindere! ;)

Nerry ha detto...

Riposo attivo e terapia idonea... direi.... sai a chi rivolgerti per i giusti consigli!!!
Guarisci bene e poi.... "PIRATI ALL' AREMBAGGIO"!!!!!!!!!!!!!

grinta ha detto...

Dal 1996 che mi alleno alla corsa, e dopo varie ed eventuali, di tutto di più, finalmente ho preso la retta via.
E cioè la corsa è uno sport d'impatto e causa traumi, chi più, chi meno, per poter continuare a correre, bisogna intervallare con attività non d'impatto, bici, skiroll, corsa in salita se si fa solo piano.
E' vero ciò non fa bene sul piano della resa muscolare, come tutti dicono, ma per le rigenerazione è fondamentale.
Se guardate le mie attività nel mio blog, un giorno corro un giorno vado in bici.
Dalla cogollo mcengio, sono andato a correre una sola volta, tutto il resto bici.
E finchè non scompaiono tutti i dolori, continuo così.
Sfidare il dolore, sopratutto quello tendineo porta alla sconfitta sicura, non è una questione di coraggio, credi bress.

lello ha detto...

ALL'INIZIO TI ABBATTI ,E ' DURA ACCETTARLO SOPRATUTTO QUANDO TI CAPITA POCO PRIMA DI UNA GARA CHE STAI PREPARANDO DA TEMPO , POI CERCHI I RIMEDI E CONSIGLI DI TUTTI PER GUARIRE IN FRETTA

Anonimo ha detto...

yogi... qualcosa va rivisto? e allora la mia tendinite che dura da 1 anno e mezzo (non lo auguro manco a emilio fede)???
devo rivedere tutto... e infatti mi sto dando al culturismo.
luciano er califfo.

bressdicorsa ha detto...

a tutti voi: grazie per i consigli,le strigliate e la condivisione delle vostre esperienze:GRAZIE DAVVERO