LA FULMINEA INCONTRA L'ARTE

LA FULMINEA INCONTRA L'ARTE
attenti a voi, supercattivi! arroganti omunculi dall'ego surdimensionato, guardatelo bene quel fulmine, e imparate a temerlo.... è il simbolo di chi lotta sino in fondo e non si arrende mai! di chi preferisce la scomoda verità alle allettanti menzogne, la disobbedienza al servilismo, il dileggio alle false lusinghe... è una marea gialla, inarrestabile, e ne sarate travolti! http//:senonricordomale.blogspot.com

venerdì 26 settembre 2008

il recupero in ripetuta

pista di breganze(vi)
il recupero in ripetuta tra una prova e l'altra dovrebbe essere compreso tra 3e5 min.nn sono consigliati tempi piu' lunghi,altrimenti lo sforzo sarebbe troppo diluito e l'allenamento poco produttivo.durante la fase di rec e' molto utile mantenere un minimo d'attivita' fisica.la corsa in leggera scioltezza consentira'di mantenere una certa attivita' cardiocircolatoria,che favorisce il rapido allontanamento dell'acido lattico dai muscoli. dottor bress per voi!!

11 commenti:

Alvin ha detto...

Bress, io mi scrivo giù tutto eh... poi preparo la tabella per Firenze!!!
P.S. ottime le ripetute di ieri sera!
CORRI UOMO!

Anonimo ha detto...

bah! ma come si fa a stabilire delle regole assolute? il recupero dipende da tanti fattori: gara preparata, fase della preparazione, tipo di ripetute, velocità del recupero... recuperi da 3 a 5' sono ECCESSIVI, vai troppo veloce e se, per esempio, stai preparando un 10k, rischi di fare ritmi da 3000! io recupero 3' sui 3000, 2' sui 1500, 1'30 sugli 800 e 1' sui 400. luciano er califfo.

GIAN CARLO ha detto...

Si potrebbe aggiungere: Preparando gare brevi recuperi più ampi, ma ritmo un po' + sollecito, Preparando gare lunghe recuperi + brevi, ma ritmo + soft

Sempre per far si che la ripetuta non si discosti troppo dal RG

massi7312 ha detto...

Molto interessante questa rubrica devo dire.. in effetti si parla molto del numero e della velocità sulle ripetute ma poco del recupero.
A questo punto vi chiedo: in fase di allenamento, per migliorare è preferibile:
1. aumentare l'intensità delle ripeture? (abbassando il tempo) oppure
2. ridurre il tempo di recupero tra una ripetuta e l'altra?
3. aumentare il numero di ripetute?
Grazie in anticipo a tutti.
Massimo

Anonimo ha detto...

massi7312, la domanda è complessa, tutto dipende dalla fase della preparazione, dalla gara che si sta preparando, dallo stato attuale dell'atleta, dalla preparazione fatta finora. la tua ipotesi 1 è più indicata a chi ha già fondo e prepara una gara più breve delle solite, oppure in fase di rifinitura, la 2 e la 3 sono più adatte a chi deve fare fondo, durante la preparazione "invernale", o a chi allunga la distanza di gara. fondamentale è rispettare un certo numero di km al ritmo della gara che si prepara con recuperi più brevi possibile: se prepari un 10km non ha senso fare 5x1000 rec.4', SECONDO ME. luciano er califfo.

massi7312 ha detto...

Grazie Luciano!
In effetti hai ragione: a diversi obiettivi di preparazione gara corrispondono varie modalità di allenamento in ripetuta.
Nel mio caso, per preparare una mezza maratona, sto aumentando il numero di ripetute sui 1000 mt e ho inserito rip. da 1500.
Sulle rip. da 1000 faccio 4 minuti di recupero.. forse sono troppi, come dici tu.
Grazie! massi

la fulminea running team ha detto...

devo dire che la rubrica"dottor bress" sta estrappolando molte domande e suggerimenti utili per chi come noi corre per prepararsi una maratona(come nel mio caso).gli articoli che scrivo cmq sono fatti a carattere generale e nn entrano nello specifico.chiaramente se andrai a preparare una mezza o una 10 km i recuperi e le ripetute cambiano a seconda dell individuo.o no?

Andreadicorsa ha detto...

partiamo pure dicendo che ognuno fa come si trova meglio e per il tipo di gara che sta preparando. io preparandomi per una maratona svolgo ripetute dai 1000 ai 7000, con recuperi da 1000 sempre veloci, correndo le ripetute leggermente piu' lente di quello che potrei, ma puntando su un recupero svelto(es. 1000 a 3'20, rec. 1000 a 3'50-4'00, oppure 2000 a 3'25, rec. 1000 a 3'50-4'00, e cosi' via...) per la maratona mai fare recuperi troppo lenti ragazzi, in recupero secondo me è bene abituarsi a correre a una velocita' tale che si terrebbe in gara quando proprio non ce la facciamo piu'....

massi7312 ha detto...

ok Andrea, grazie.
Quindi nel mio caso, mi converrebbe tenere il ritmo più alto nel recupero anzichè ridurre la durata del recupero?
Io sto preparando una mezza e faccio ripetute da 1000 e 1500.
faccio comunque 4 minuti di recupero.
Grazie a tutti.

Andreadicorsa ha detto...

sincermente non lo so, fai come sei abituato tu, pero' come ripeto i recuperi troppo lenti o camminando io non li farei mai. in gara non si cammina e quando si e' in crisi si cerca sempre di andare al massimo. perchè non provi a fare una serie di 1000, come li faccio io, cioe' a ritmo leggermente piu' lento di quello che riusciresti a fare, pero' recuperando decisamente piu' veloce di come fai solitamente? diciamo rtimo maratona -10% e recupero rtimo maratona + 10%

massi7312 ha detto...

ok, proverò questo allenamento che si potrebbe definire "a variazioni".
Grazie del consiglio.
massi